apprendimento

Le aquile sono nate per volare

Le aquile sono nate per volare

Quando una mamma (o un papà) scopre che il proprio figlio o la propria figlia hanno delle difficoltà di apprendimento in genere ha bisogno di capirci di più, di svelare il sign

La lotteria dei quiz, le intelligenze multiple, i sogni di ragazze e ragazzi...

Test

Ieri ascoltavo su TG3 Leonardo un interessante intervista al prof. Mario Torelli, archeologo appena insignito del prestiogioso premio Balzan, per i suoi studi sul mondo classico greco, romano ed etrusco.

Nell'intervista, il prof ha lanciato una dura critica al sistema in cui in Italia si scelgono gli accademici. Si assumono i peggiori e si mandano via i migliori dopo aver speso cifre enormi per formarli.

Come affrontare i disturbi dell'apprendimento

Abracadabra Lucertolina

Come si affrontano i Dsa
Quando qualcuno (genitore o insegnante) sospetta di trovarsi di fronte a un bambino con disturbi specifici dell’apprendimento è importante che venga fatta al più presto una valutazione diagnostica.
La diagnosi deve essere fatta da specialisti esperti, mediante specifici test. La diagnosi permette di capire finalmente che cosa sta succedendo ed evitare gli errori più comuni come colpevolizzare il bambino (“Non impara perchè non s’impegna”) e l’attribuire la causa a problemi psicologici, errori che determinano sofferenze e frustrazioni. 

Il maestro Manzi e... le invalsi

Bello lo sceneggiato di Raiuno sul Maestro Albero Manzi, perchè, anche se ormai la qualità degli sceneggiati è bassa e neanche si chiamano più sceneggiati ma fiction, la Rai è riuscita nell'intento d festeggiare il suo anniversario con questo bel lavoro, ottimamente interpretrato da Claudio Santamaria.

Lasciatemi contare

Lasciatemi contare è il titolo di un convegno dedicato alla discalculia, svoltosi a Foggia lo scorso 18 aprile: Lasciatemi contare: le competenze logico matematiche e i DSA, organizzato dall’Assessorato alla Formazione e Istruzione del comune di Foggia in collaborazione con AIRIPA Puglia/Basilicata.

Ho mal di scuola

Ho mal di scuola è un bellissimo libro scritto da Anna di Lauro, una mamma che racconta un rapporto difficile: quello tra suo figlio, ormai adolscente, e la scuola.

Una mamma che è riuscita a vedere oltre l'apparente disattenzione, l'apparente mancanza di entusiasmo e ha saputo dare un altro nome  alle etichette che venivano affibbiate a suo figlio, da una scuola appunto spesso più disposta ad etichettare che a capire: pigro, ribelle, distratto, poco sveglio, disinteressato, iperattivo, svogliato...

Incontrando i bambini si riflette...

L'altro pomeriggio sono stata invitata a incontrare un gruppo di bambini di prima elementare. Si trattava di un incontro nell'ambito di un progetto sull'educazione alla lettura e il mio compito era di raccontare ai bambini come nasce un libro, una cosa che mi appassiona tantissimo!, e fare con loro una piccola attività laboratoriale.

Indicazioni operative sulla legge sui disturbi specifici dell'apprendimento

Gli uffici scolastici regionali stanno cominciando ad emanare le indicazioni operative della Legge nazionale per il riconoscimento dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) n. 170/2010.

Qui di seguito ecco il documento elaborato dall'ufficio scolastico regionale della Regione Puglia. In allegato invece sono disponibili i modelli del Piano didattico personalizzato per la scuolla primaria e secondaria e la guida per redigerli.