genitori

Cosa chiediamo noi mamme alla scuola?

Per tutte noi la scuola è importante, e questo è fuor di dubbio! Ma cosa chiediamo realmente alla scuola? Quali sono le competenze, le abilità che per noi è veramente importante che acquisiscano a scuola?
Se ci pensiamo un po' ci rendiamo conto che non è così scontato.
Studiare: è questo è fuor di dubbio, a scuola si va per sudiare: imparare a leggere e scrivere e poi via via imparare sempre cose nuove e più approfondite secondo l'età.

Tempo di colloqui

Come ogni anno a fine novembre è tempo di colloqui. E quasi sempre accade che i colloqui diventino un momento di avvilimento... e non perchè i miei figli non studino! E quanto mi costa dirlo... io che per anni sono stata sempre dalla parte degli insegnanti!

Sotterriamo le asce di guerra...

E occupiamoci insieme dei nostri bambini.
Troppo spesso tra genitori e insegnanti si instaura una sorta di competizione e rivalità, quasi fossero antagonisti nell’educare e non ci fosse possibilità alcuna di condivisione, o meglio ancora complicità tra questi due ruoli. Forse si dimentica che lo scopo finale di entrambi è il benessere del bambino e la sua crescita sana perché possa essere un giorno un adulto sereno.

Elezioni dei genitori

L'altro giorno si sono svolte le elezioni al liceo di uno dei miei figli. Al solito mi sono candidata... beh, dire che mi sono candidata è in effetti una forzatura visto che ero unica candidata e unica elettrice! Chissà poerchè tanti genitori sono sempre pronti a intervenire con critiche e poi hanno così poco interesse a non dedicare neanche una mezz'ora per scegliere un rappresentante!

Tra educazione e genetica

Provette - scuolaGuardo i miei figli, mentre giocano. Guardo il bel nasino all’insù di lei, quel nasino che mia suocera mi faceva notare quanto somigliasse a quello della bisnonna, i suoi begli occhi neri, vivaci ed intelligenti, che sembra ti guardino dentro, così uguali a quelli del suo papà; e guardo lui, che tanto mi ricorda me, sia quando ci infiliamo in eterne polemiche, sia quando ritrovo in lui un certo mio modo di intuire le cose, di pormi nei confronti degli altri. Quanto mi assomiglia! E quanto mi assomiglia anche lei, così emotiva! Dal suo mal di pancia del mattino al suo desiderio di avere tante amiche, di essere una compagna desiderata e una allieva gratificata!

Adolescenza

Adolescenza: periodo della vita umana, compreso tra i dodici e i diciotto anni circa, in cui si attua il passaggio dalla fanciullezza all'età adulta e si compie la maturazione, secondo il Dizionario Garzanti.

Solo sei anni (più o meno) della vita in cui succedono delle trasformazioni incredibile: fisiche, intellettive, emotive. Si acquisiscono nuove conoscenze, abilità sociali, ci si prepara ad affrontare la vita da soli.

Il ruolo degli insegnanti

Per carità, non vogliamo neanche provare a raggruppare gli insegnanti in categorie! Però è indubbiamente vero che per la maggior parte di loro l'obiettivo è insegnare ai ragazzi delle nozioni, fare sì che le acquisiscano, spesso concedendo di migliorare l'alunno secondo il loro punto di vista anzichè cercare di capire quali siano le sue potenzialità per aiutarlo a svilupparle.