Echino Giornale Bambino

Abbiamo deciso di cimentarci in un esperimento: un giornalino per ragazzi dai 7 anni in su. I giornalini sul mercato sono pochi, pochissimi (a parte i fumetti e qualcuno specializzato). Sono pochi perchè non c'è richiesta? O perchè non è facile organizzarne la distribuzione? Non lo so... però sono partita dai ricordi di mia madre del Corriere dei Piccoli e dei miei de Il Giornalino, che in genere arrivava a scuola, e quel giorno per me era una festa!

Echino Giornale Bambino

Come tante avventure della Casa Editrice Mammeonline anche Echino Giornale Bambino nasce su internet, dalla condivisione di questo simpatico personaggio nato dalla penna di Maria Giuliana Saletta e dalla matita di Elisa Squillace.

Il linguaggio dei bambini, come arricchire il vocabolario

Quando il bebè inizia a sorridere - e sembra quasi che voglia condividere il suo universo misterioso - ogni genitore prova una grande tenerezza. Ma le prime parole, se possibile, sono accolte con ancor maggiore emozione ed entusiasmo. Una tappa fondamentale, certo, che inaugura un nuova fase, a livello relazionale, comunicativo ed affettivo.

Storie di violenza contro le donne

Vorrei riuscire a raccontare storie relative alle violenze (non omicidi o stupri) che le donne subiscono quotidianamente: guardando la vita con i loro occhi per dare visibilità alle catt

Depressione post parto: parliamone!

La depressione post parto colpisce tante donne, tante neo mamma, sia immediatamente dopo il parto che dopo alcuni mesi e anche più. Le cause sono tante, si va dagli squilibri ormonali provocati alla gravidanza e dal parto, al sentirsi sole, da motivazioni fisiologiche a quelle di natura "sociale" a caisa del modello di maternità in genere proposto, che fa giustamente sentire inadeguate le donne che non sentono di corrispondervi e si trovano in una situazione di fragilità emotiva maggiore.

Magari parto

Quentin Tarantino, o lo si odia o lo si ama. Io lo adoravo. Uso l'imperfetto perché da quattro anni vedo solo cartoni animati, e non so che effetto mi farebbe dopo tanto tempo la visione di un film per adulti. Mi riferisco non ai film porno, che non ho mai guardato, ma ai film per persone grandi, come direbbe il pilota del Piccolo principe. Per tornare a Tarantino, una delle mie scene preferite è una scena di Kill Bill.

No, punto e basta!

Stamattina per una decina di minuti, tra fornaio e un pezzetto di strada insieme, la mia mattinata si è incrociata con quella di una mamma e un bimbo di circa 4 anni. Il bimbo piangeva, la mamma lo trascinava tenendolo per il polso dicendogli che no, non avrebbe ceduto alla sua richiesta (qualcosa da mangiare). E a un certo punto la mamma ha detto: "No, punto e basta".

Leggere anche in vacanza in agriturismo

Insegnare ai nostri bambini ad amare la lettura è uno dei compiti che tutte noi mamme dovremmo prefiggerci. I bambini che amano i libri saranno bambini, e poi adulti, che cresceranno sapendo di poter trovare nei libri degli amici di cui fidarsi, degli amici fedeli su cui fare affidamento, ai quali poter tornare nei momenti di maggior tensione e difficoltà. Nell'identificazione con il protagonista di un libro, i bambini troveranno la capacità di esprimere ad alta voce le proprie tensioni e paure. I libri insomma aiutano a crescere e a vivere meglio.

Filastrocche dell'attesa

Un libro per creare un precoce dialogo tra mamma e bambino, attraverso la musicalità della poesia

I bambini sono in grado di ascoltare la voce della mamma già dal terzo mese di gestazione. Perché aspettare che nascano per leggergli qualcosa? Servendosi della musicalità della poesia, “Filastrocche dell’attesa – Per bambini ancora in pancia e genitori galleggianti”, di Donatella Romanelli, pubblicato da EdiGiò, è il libro adatto per creare un precoce dialogo tra la mamma e il suo bambino.

In vacanza con i nonni

E' tempo di vacanze e tanti genitori stanno giustamente decidendo di fare in modo che i loro bimbi trascorrano qualche settimana in più al mare o in montagna con i nonni, allontanandoli dall'afa delle città e facendo sì che bneficino più a lungo di mare, giochi, vita all'aperto, aria pulita!

Molto genitori mi chiedono come spiegare ai bimbi più piccini, però, che loro non li stanno abbandonando, che torneranno presto!