Corretta informazione a scuola sulle malattie sessualmente trasmissibili

Testo del libro

Lo scorso gennaio, dopo aver ricevuto la segnalazione di come il libro per la terza media Universo scienze tratta il tema delle malattie sessualmente trasmissibili, con alcune amiche abbiamo scritto una mail e l'abbiamo inviata ad editore (Fabbri, gruppo Rizzoli) e ministre di Salute e Istruzione.

Oggetto: Corretta informazione sulle malattie sessualmente trasmissibili

Spettabile casa editrice Rizzoli libri, ho avuto occasione di visionare il libro per la terza media, da voi edito con marchio Fabbri, dal titoloUniverso Scienze di Gilda Fiaccavento e Nunzio Romano (prima edizione marzo 2008, ultima stampa 2015). Siamo rimaste/i sconcertate/i dal paragrafi di pagina 213 del Tomo D - Biologia, di cui allego scansione.
Non si può informare sulle malattie a trasmissione sessuale senza informare sull'importanza di usare il profilattico. 
Il Ministero della Salute indica chiaramente il profilattico, come uno dei mezzi utili a difendersi dalle malattie. (Linee guida del MInistero della Salute sulle infezioni sessualmente trasmesse : http://www.salute.gov.it/…/fertility/dettaglioContenutiFert…). 
D'altra parte, se non si consiglia il profilattico, è ben difficile pensare che il consiglio alla moderazione non sia di ordine morale. E un libro di scienza deve limitarsi a dare accurate informazioni scientifiche. Riteniamo che ragazzi e ragazze debbano ricevere informazioni corrette possibilmente prima che diventino sessualmente attivi/e e non essere fuorviati/e da informazioni menomate.
Peraltro i termini utilizzati "vita sessuale moderata e prudente" non sono nemmeno di univoca interpretazione. Moderata per un/una ragazzo/a può voler dire ad esempio fare sesso con una frequenza bassa. Ma sappiamo che, senza adeguata protezione, questo non riduce i rischio di contagio. Prudente può semplicemente significare, per un/una adolescente scegliere un luogo sicuro.
La correlazione poi tra la scarsa igiene durante il periodo mestruale e le malattie sessualmente trasmissibili è, a nostro parere, antiscientifica e chiaramente legata al filone misogino delle superstizioni ancestrali legate al sangue mestruale.
Se si voleva dedicare un capitolo all'igiene, cosa assai lodevole, questo capitolo doveva essere ben distinto da quello della prevenzione delle MST, che, come è scientificamente dimostrato, possono essere tranquillamente trasmesse indipendentemente dalle abitudini igieniche dei partner.
Si chiede pertanto che la casa editrice si assuma l'onere della rettifica e che consenta di scaricare dal sito una pagina adeguatamente modificata per coloro che hanno adottato il libro in questione.
Cordiali saluti ... ...

PS. Ricordate che la biologia studia l'uomo e la donna, magari nella ristampa intitolate: "l'essere umano" e inserite fotografie e immagini di persone di pelle non bianca.

Ebbene le nostre segnalazioni sono state efficaci. 
A fine marzo la responsabile Area scientifica di Rizzoli​ ​ Education mi ha scritto: "Il contenuto del box in questione è obsoleto: abbiamo provveduto a sostituirne il testo con nuove raccomandazioni redatte sulla base delle ultime indicazioni ministeriali e dell'OMS in materia. La pagina sostitutiva ​è disponibile ​nel libro digitale associato al testo, e sarà disponibile ​sul cartaceo a partire dalle prossime ristampe."

Ringrazio dunque tutte/i voi che mi hanno aiutato a segnalare, Antonella, la mamma che a sua volta mi aveva segnalato il testo e naturalmente la Rizzoli Education e la responsabile per aver dato valore alle nostre rimostranze.