Valeria Fedeli, Liliana Rodrigues, Simone De Beauvoir e la bufala gender

Cosa accomuna Valeria Fedeli, Liliana Rodrigues e Simone De Beauvoir in questi giorni? La "bufala gender"!

Valeria Fedeli, Vice Presidente del Senato, si è fatta mesi fa promotrice di un disegno di legge sull'educazione sentimentale altrimenti detto sull'educazione al genere.  Con i soliti obiettivi: prevenire la violenza contro le donne, decostruire gli stereotipi di genere, combattere il bullismo, specie omofobo. In questi giorni ha giustamente affermato che l'art. 16 de La Buona Scuola ha recepito questi punti. E quindi i sostenitori della bufala gender sono tutti felici perchè secondo loro lei avrebbe confermato che il gender nella Buona Scuola c'è, nonostante la smentita di Giannini.

Come sempre il mio invito è alla calma, va bene che fate le sentinelle in piedi ma è un po' esagerato scattare in piedi ogni volta che sentite la parola genere o la parola gender!!! E provate a spiegarmi perchè dovrebbe essere sbagliato prevenire la violenza contro le donne, decostruire gli stereotipi di genere, combattere il bullismo, specie omofobo.

Liliana Rodrigues invece è una europarlamentare portoghese, autrice del rapporto Empowering Girls through Education in the EU, che è nel miriro dei fanatici della bufala gender. Secondo Provita "con la scusa dell’emancipazione femminile, è infarcito di ideologia gender e punta a far insegnare i soliti principi contro natura in tutte le scuole europee". L'emancipazione femminile ora è una scusa e il rapporto è accusato soprattutto di portare l'educazione sessuale nella scuola primaria. Qui c'è il testo del rapporto (consiglio di leggerlo, è molto ben fatto!) e qui ne è fatta una bella disamina. Comunque obiettivo del rapporto è contrastare il sessismo, promuovere l'educazione sessuale sì ma non certo alle elementari, incoraggiare le ragazze a intrapendere attività e studi considerati più maschili, fare in modo che anche gli stipendi di donne e uomini siano pari ecc. In inglese si chiama Gender Equality, noi traduciamo con Pari opportunità... ma si sa, dicevamo che alla parola gender quelli scattano in piedi! (Ehi... guardate che gender vuol dire semplicemente genere... se in una libreria vedete scritto female gender troverete stupidi romanzi rosa...). E siamo d'accordo, La forza delle ragazze passa attraverso l'istruzione.

E Simone De Beauvoir? Che c'entra poverina, col gender? Beh, ha detto "Non si nasce donna, lo si diventa” e quindi è di fatto diventata una "ideologa del gender" secondo i nostri sostenitori della bufala gender. Guardate, se non ci fosse da essere terribilmente preoccupati ci sarebbe pure da ridere... io sono due anni che sostengo che il termine gender a sta gente fa paura perchè fa rima con transgender... ora hanno avuto pure l'ineffabile idea di associarlo alla povera Simone! E concludo con una sua frase: “Si vede bene come l’ingenuità maschile sia talvolta addirittura disarmante.” Ma in questo caso vale per uomini e donne che abboccano alla bufala gender!

echino.intervistagender.jpg