Presentato un disegno di legge per introdurre nelle scuole l'educazione di genere

echinella02.jpg

Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato, è convinta che "la battaglia contro la violenza alle donne comincia sui banchi di scuola, con un insegnamento che la smetta di tramandare luoghi comuni che inchiodano maschi e femmine a stereotipi, che ignora quanto l'altra metà del cielo ha fatto in tutti campi, dalla storia alle letteratura passando per l'astronomia", tanto che ha presentato un disegno di legge per introdurre nelle scuole e nelle università l'educazione di genere.

Come sarà la scuola della parità?

"L'idea di fondo è che dalle elementari al liceo ci siano corsi che, dimenticando i luoghi comuni in primo luogo, rimandino ad un'idea di storia, letteratura e costruzione del mondo in cui si racconti anche il contributo delle donne. In questo modo si passa dall'infanzia in poi un messaggio di reale parità, nella diversità, di uguale contributo. In modo che nasca tra i ragazzi il profondo rispetto che porta al riconoscimento della libertà altrui di realizzarsi come forma di amore, invece del possesso come dimostrazione di affetto che porta alle violenze".

Non ero del tutto convinta che l'introduzione dell'educazione di genere come materia scolastica fosse la strada giusta, ma leggendo cose che vedo in giro mi sto convincendo che sia indispensabile. Ne parliamo!