Ma cosa c'entra l'adozione?

Mille e mille modi di amare

L'articolo da cui nasce questa riflessione è di qualche settimana fa, con precisione è del 19 settembre. E' un articolo di Don Mazzi pubblicato su Famiglia Cristiana.

Un articolo nato da un triste fatto di cronaca, un suicidio/omicidio di adolescenti. Una storia drammatica su cui abbiamo il dovere di riflettere, ma senza trovare veloci scappatoie, come viene fatto qui, dandone la colpa all'adozione e invitando addirittura a rivederne i meccanismi.

Letto l'articolo, ci ero passata sopra con un po' di rabbia, pensando ai tanti cari amici e amiche genitori ado, pensando che a volte ci sono commenti e critiche che non meritano di ricevere risposta.

Ma stamattina ho ripensato a quell'articolo dopo aver letto l'ennesimo stato su Facebook di un caro amico papà adottivo. Questo papà parlava degli occhi della figlia, di come questi occhi sono vivi, vivaci, pieni di luminosta intelligenza e gioia di vivere oggi, e come erano invece spenti nelle prime foto, quelle scattate dopo un'infanzia in un istituto. E tanti altri genitori hanno parlato degli occhi dei loro figli (adottivi), prima e dopo l'arrivo in famiglia.

Cari genitori, lasciateli parlare i vari don, lasciate parlare tutti. In fin dei conti sono gli stessi che dieci anni fa vi dicevano che facevate bene ad adottare invece di fare procreazione assistita... seguono le mode... voi continuate a seguire il cuore!