Libri per bambine e libri per bambini

Ottavio cuordizucchero

Avete mai fatto caso a una cosa strana? I libri per l'infanzia nel cui titolo c'è il nome di un bambino sono in genere considerati libri per tutti, i libri invece in cui c'è il nome di una bimba sono considerati libri per bambine!

Beh... a parte l'ovvia considerazione che i libri a disposizione delle bambine sarebbero quindi molti di più (e forse questo spiega anche perché le bambini sono sin da piccole lettrici più appassionate!) è inevitabile riflettere sul fatto che bisognerebbe aiutare bambini e genitori (che in genere indirizzano alla scelta... quando invece non spingono...) a scegliere magari più il genere del libro che il genere del protagonista!

Dunque dovremmo consigliare di leggere Quisquilia a maschietti e femminucce che amano le storie di investigazione o di leggere Ali di Libellula a chi ama storie che parlino di amicizia o Il volo di Giorgia a chi vuole leggere una storia fantasiosa in cui ritrovare l'amore per la natura e il rispetto per gli animali! Invece succede che i bambini scelgano il Cuoco Coccorocò o il Porcellino Giovannino!!!

Però io penso che sarebbe importante abituare i bambini a vedere le cose da tutti i punti di vista e sarebbe utile che i libri aiutassero realmente i bimbi a imparare a superare gli stereotipi. Ancora più utile sarebbe per i bimbi trovare nei libri dei modelli diversi cui fare riferimento, per quanta riguarda i ruoli, loro e dei genitori.

A tutti, bimbi e bimbe, propongo la lettura di Ottavio Cuordizucchero... un libro che sembra essere per maschietti, e in realtà ha per protagonista un maschietto, ma si tratta di un ragazzo che si trova in difficoltà proprio perchè si ritrova a dover subire un ruolo preconfezionato per lui ma che lui non sente. Ottavio scoprirà che può seguire le proprie aspirazioni e... quando arriva la bella Fiammetta.... ci sarà un gran colpo di scena che ovviamente non rivelo!!!