Le aspettative dei genitori

I genitori sono spesso concentrati sui voti e in genere sulle misurazioni. E trascurano a volte il benessere scolastico dei figli o, in casi più gravi, lo sacrificano essi stessi, chiedendo loro sempre di più o comunque chiedendo loro ciò che non possono dare.

Dimenticano invece che la scuola ha un ruolo di aiuto nella crescita non tanto e non solo in termini di istruzione. L'istruzione è solo una delle componenti.

I genitori si dividono, con le dovute eccezioni, tra quelli troppo pro-figlio e quelli troppo contro-figlio (ma anche pro-voti alti, pro-successo scolastico).

I genitori il più delle volte si limitano a chiedere alla scuola che faccia studiare i figli e ai figli di studiare al massimo. Chiedere ai figli di impegnarsi al massimo nello studio non sarebbe negativo se questo impegno non fosse poi valutato solo in termini di voti ricevuti.

I genitori si chiedono se i figli hanno delle passioni, qualcosa che realmente li appassiona, o si limitano a seguire le istruzioni? E ancora più raramente si chiedono se i ragazzi hanno delle difficoltà o sono disposti ad accettare l'idea che abbiano delle difficoltà.

Solitamente il problema maggiore per i genitori è quello di come stimolare i figli a studiare, ma crescere non è solo accumulare una sfilza di otto. E non è necessariamente quello il solo fattore positivo!

I genitori pro-figlio sono quelli che qualsiasi cosa succeda, dalla nota per un comportamento maleducato al cattivo foto pensano sempre Povero figlio mio che non è compreso... lui non voleva... lui ha studiato... lui passa le ore chiuso in camera a studiare... il prof non lo capisce...

Poi ci sono i genitori per lo più contro figlio e pro prof. Come d'altra parte erano quasi tutti i nostri genitori. Mai una volta ho sentito mia madre (forse perchè a sua volta figlia di insegnanti!) criticare le mie maestre. Le maestre, aldilà di tutto, davanti ai figli andavano rispettate! Però, fermo restando che gli insegnati meritano un rispetto profondo per l'importanza del lavoro che svolgono e le sempre più dure condizioni in cui devono svolgerlo, a volte può essere utile cercare di capire se all'insegnante sta sfuggendo qualcosa su nostro figlio, magari osservando con più attenzione, almeno in prima battuta. Quante difficoltà dell'apprendimento sono rimaste sepolte per via di insegnanti troppo veloci nell'etichettare Sei sempre distratto, non ti applichi, sei troppo lento... e genitori troppo preoccupati di smentire gli insegnanti, di non avere fiducia in loro? Tante...