La scuola deve anche educare Parte 2

bimbo_registro.png

Quindi sì, dicevamo che la scuola deve anche educare, soprattutto per sopperire alla famiglia, quanto carente, per i motivi più vari.

Ma se questo è vero per quanto riguarda l'educazione di base: non disturbare, rispettare le cose altrui, non sporcare, imparare a stare seduti ecc. lo è ancora di più per altri aspetti su cui spesso le famiglie sono ancora più carenti.

Riusciamo ad immaginare dei genitori omofobi che insegnano ai figli a rispettare il compagno omosessuale? Genitori razzisti che insegnano a rispettare i ragazzi di altre etnie? Padri che picchiano o dominano le mogli che insegnano ai figli a rispettare le donne? Purtroppo sono dilaganti questi comportamenti. La mancanza di rispetto, l'intolleranza, lo spregio verso le donne sono purtroppo diffusissimi e non ci sono nel nostro paese isole felici... basta vedere quello che succede sui Social Network che sono lo specchio della società.

E se è importante che la scuola sostenga i ragazzi e le ragazze vittime di discriminazioni quel che è ancora più importante che la scuola lavori sui bulli, sui prepotenti, su quelli ai quali a casa viene insegnato a comportarsi secondo modelli violenti, anche solo nel lnguaggio, razzista e discriminatorio.

L'altro giorno vicino Siracusa un ragazzo di 16 anni si è tolto la vita perchè discriminato in quanto omosessuale. E cosa mi è stato detto? Che bisogna lavorare sull'autostima di questi ragazzi!!!

Eh no!!! per dare autostima a un ragazzo omosessuale bisogna  soprattutto insegnare a tutti gli altri a non discriminare. Se un ragazzo nero viene discriminato non insegni a chi lo discrimina a non essere razzista? Che fai lasci gli altri essere razzisti e lavori sulla sua autostima? Ma che sciocchezze!

Purtroppo però le persone competenti che sanno come discutere questi temi con i ragazzi e le ragazze hanno sempre più difficoltà ad essere accolte nelle scuole perchè il loro operato è stato infangato.

E chi inventa queste bugie dice che educare compete alla famiglia! Eh no... la scuola è la più importante agenzia educativa perchè si rivolge a tutti e a tutte, non dimentichiamolo!