Il tempo... nostro e dei bambini

VeP

Com'è diverso il modo in cui viviamo il tempo, noi grandi, e i bambini. Si comincia dal mattino: l'ora su cui puntiamo la sveglia, per noi, è una combinazione perfetta di due fattori: poter dormire fino all'ultimo secondo e avere il tempo per far tutto!
 
Riusciamo addirittura a chiederci se non sia meglio 5 minuti prima o dopo! E così poi tutta la giornata, tutto un correre, ottimizzare, non sprecare tempo... se non corriamo non ci sentiamo vivi! E noi mamme ancora di più... ci vantiamo tanto del nostro multiitasking, del nostro saper fare più cose insieme. E va bene eh... io se non avessi più cose da incastrare mi sentirei persa! Ma quello che vale per noi non deve valere per i nostri figli!
 
I bambini hanno bisogno di lentezza, di calma, di tempi dilatati. Non possiamo svegliarli e pretendere che si alzino di scatto... a loro piace attardarsi girando il ciucchiaio nel latte e vedere i cerchi che si freano, come al mare, piace gustare la decisione di quale pupazzetto portare a scuola per giocare nella ricreazione, diverte vedere se riesce a mettere le scarpe da solo...
 
E dobbiamo darglielo il tempo... se è lento per vestirsi o alzarsi chiamiamololo un po' prima perchè possa fare tutto con calma, i bimbi non sono stressati come noi, che per dormire un po' di più accettiamo di fare le corse... a loro piace assaporare la vita con calma... Vuol dire che ci sveglieremo tutti un po' prima e noi ne approfitteremo per caricare la lavatrice o finire il capitolo del libro che la sera ci è caduto dalle mani per il sonno!
 
E loro ci chiedeno serenità... allegria se possibile... anche di primo mattino, anche se siamo assonnati e ci aspetta una giornata impegnativa! E poi potremmo scoprire che cantare una canzoncina in auto mentre lo accompagnamo a scuola fa bene anche a noi... oppure che un momento di crisi può essere trasformato in... un attacco di solletico!
 
Penso che prendere un po' esempio dai bambini non possa farci che bene!!! :-)