I voti

Righelli - scuolaPurtroppo bisogna usarli i voti, ma quel che davvero non capisco è perchè i professori debbano brandirli come armi e non come strumenti per motivare!
Certo, io per prima penso che i ragazzi debbano essere motivati da motivazioni intrinseche e che sappiano benissimo valutarsi da soli però purtroppo, soprattutto alle superiori, bisogna poi emettere dei verdetti a fine anno ed è difficile prescindere dai voti. Però sarebbe bello anche che non venissero usati per far perdere interesse ed entusiasmo.

Faccio un esempio.

Inizio, terzo liceo scientifico, la nuova prof di storia, a inizio anno, interroga mio figlio e gli dà quattro, nonostante avesse risposto a tutte le domande. E ci credo, perchè mio figlio, poichè io amo la storia, di solito il pomeriggio anzichè ripeterla al muro la ripete a me, per lui è meno noioso e per me è un piacere. So che mio figlio è introverso e non ama le materie in cui si parla... è il tipico ragazzo bravissimo in mate e fisica e che ama le formule molto più dei discorsi. Ma quattro... Boh! E siccome in quei giorni la prof riceve, vado da lei, un po' per dirle che so che mio figlio aveva studiato e un po' per chiederle consiglio.

Lo so, qualche anno fa non l'avrei fatto, ma dopo una serie di esperienze di poco precedenti tra cui l'aver scoperto che l'altra figlia non era sfaticata come dicevano le maestre ma affetta da Dsa, ho smesso di essere la mamma che indiscriminatamente dà la colpa ai figli e la ragione ai prof!

Dunque, vado dalla prof e lei con molta serenità mi dice: "Cara signora, ma io ho capito perfettamente che suo figlio ha studiato ma deve imparare a studiare la storia diversamente che dal biennio, deve acquisire lo spirito critico e bla bla bla...". Ora, a parte che se uno ha studiato meriterebbe la sufficienza almeno... e che poi ci sono i 7, gli 8 ecc. per gratificare chi migliora il modo di studiare! Ma poi quello era lo studio che gli era richiesto fino all'anno scorso, e sei tu ora prof gli devi insegnare a studiare coin spirito critico, bene... ma dagli il tempo di recepire questi insegnamenti prima di rifilargli un quattro a metà ottobre... sapendo che ha studiato! E difatti mio figlio si è impegnato ed è arrivato ben fino al sei e mezzo in storia e al sette e mezzo in filosofia!!!!

Ai colloqui successivi la prof si è congratulata per gli ottimi risultati che mio figlio stava raggiungendo. Ha detto proprio ottimi, lo ricordo bene!

Arriviamo ad aprile, al consiglio di classe, quando questa prof spiega che almeno metà classe ha insufficienze gravi nella sua materia e che quindi molti saranno portati in consiglio con insufficienze.

Il giorno dei quadri vedo che il sei e mezzo in storia di mio figlio è diventato sei, il suo sette e mezzo in filosofia sette e... tutte le insufficienze dellas classe sono diventate sei!!! A parte un paio di respinti tutti promossi in storia e filosofia!

Conclusione: chi ha sudato un anno intero, lottando per sconfiggere le difficoltà derivanti da un carattere taciturno e da una poca predisposizione al parlare ha preso lo stesso voto di chi se n'è fregato per tutto l'anno e poi a maggio ha messo la classica pezza!

Ma che aiutino pure se vogliono, ma non penalizzino chi si è impegnato sul serio e con costanza (se solo penso a tutti i fine settimana con l'incubo delle ore di storia e filosofia del lunedì!)

Ci vuole davvero una grande motivazione intrinseca, non certo maturata grazie alla prof, se poi un ragazzo continua a studiare quella materia con costanza, l'anno successivo! Per fortuna mio figlio ce l'ha... ma per quale motivo la sua motivazione non deve essere meglio gratificata?

Ma per fortuna i prof sono diversi. Prima interrogazione di storia dell'altra figlia, l'altro giorno, in quarto ginnasio; lei ha delle difficoltà connesse non al carattere ma ai disturbi dell'apprendimento. Dopo l'interrogazione la prof che peraltro non è al corrente delle difficoltà, le dice: "Devi lavorare meglio sull'esposizione ma si vede che hai studiato quindi meriti la sufficienza piena".

Beh, non vedo l'ora di andarla a conoscere questa prof che già stimo tanto! :)