Dito in bocca a quattro anni

Mio figlio di 4 anni usa il suo pollice per coccolarsi, di notte ma anche di giorno.
Ho già provato la tintura che si usaper non mangiare le unghie, ma non funziona.
Che cosa si può fare?

Succhiare il pollice è un bisogno che deriva dal soddisfare l'esigenza di suzione che continua a essere presente nella maggior parte dei bambini per i primi anni di vita. C'è chi succhia il ciuccio, chi il pollice e alcuno scelgono gli oggetti più strani. Una esigenza che tutto sommato si può lasciare che soddisfano ma che dopo i 4-5 anni al massimo bisogna cercare di diminuire prima e far smettere poi.

C'è da dire che come per il ciuccio nella stragrande maggioranza dei casi è una cosa che avviene naturalmente, ma ci sono i succhiatori più accaniti che hanno bisogno di qualche aiuto in più. La cosa positiva è che con i bimbi di 4 anni si può davvero cominciare a ragionare.

Ad esempio raccontargli che anche la mamma lo faceva, quindi capisce che sia una cosa gradevole ma ricorda anche come è stato brutto dover mettere l'apparecchio! E mostargli ovviamente che sia i dentini che il pollice cominciano a soffrire di questa cosa, quindi magari si dovrebbe limitare iun po' le ciucciatine. Che so, si potrebbe stabilire il momento del relax, mamma prende il caffè e lui si fa una succhiatina al pollice.

Il problema del pollice è che, a differenza del ciuccio, non si può far conservare alla mamma che lo riconsegna per brevi momenti ma si può pensare a un qualcosa, magari individuato proprio da lui, che lo copra. Magari una specie di marionettina si stoffa da confezionare e colorare insieme? Se lui è d'accordo ed è coinvolto nella cosa può funzionare.

Anche per la notte, dove maggiore è l'automatismo, può essere utile qualcosa di meccanico: una stecca da applicare con del cerotto, un guantino, però sono accorgimenti che sono utili se lui li accetta, non vanno applicati con forza.

E sarà utile anche tanta tanta empatia che lo convinca che questo suo piccolo grande sforzo è compreso.