motivazione

Servirà anche un po' di furbizia?

Ultimamente sono parecchio confusa, non riesco bene a far quadrare i conti fra le mie aspettative e quella che in realtà è la realtà scolastica dei miei figli.

Lo so, so che ci sono le difficoltà d'apprendimento in un caso, le difficoltà derivanti da un carattere timido chiuso dall'altro e per entrambi l'assoluta incapacità di usare un po' la furbizia: andare volontari al giorno giusto, fare volontariamente una osservazione... tutte cose che mi raccontano che i professori gradiscono e gratificano ma loro rifiutano di fare per principio.

Attaccare l'asino dove vuole il padrone

Cosa vuol dire motivare i ragazzi? Devo dire che da mamma non ho mai dovuto pormi troppo questa problema perchè i mniei figli sono sempre stati motivati. Ho dovuto però pormi il problema contrario... come non lasciare che gli insegnanti li demotivassero!

Quello che viene prima...

Computer - scuolaPrima di cosa? Ma di prima di decidere di inventare questo luogo! Ci sono varie cose prima:

  • c'è una mamma che da ragazza amava la scuola, ci si trovava bene, a suo agio, la considerava un bel posto dove recarsi la mattina, a parte qualche normale ansia o dispiacere, che non vedeva perchè non avrebbe dovuto rivivere queste esperienze con i figli e che è cresciuta pensando che andare bene a scuola sia una buona cosa;