misoginia

Perché diciamo no al DDL Pillon

Immagine
Perché diciamo no al DDL Pillon

Appena ho letto il testo del disegno 735 sono caduta dalla sedia, poi mi sono rialzata e ho indagato per scoprire chi fosse il suo relatore. Ho scoperto che il senatore Pillon, bresciano, tra i fondatori del Family Day, è quello che vorrebbe mettere all'indice i libri che parlano di streghe (incluse, immagino, la matrigna di Biancaneve, Amelia con il suo Gennarino e soprattutto Maga Magò che avrebbe avuto l'ardire di provare a sconfiggere Merlino!), e che vorrebbe distruggere la 194, come in Argentina.

Magari parto

Quentin Tarantino, o lo si odia o lo si ama. Io lo adoravo. Uso l'imperfetto perché da quattro anni vedo solo cartoni animati, e non so che effetto mi farebbe dopo tanto tempo la visione di un film per adulti. Mi riferisco non ai film porno, che non ho mai guardato, ma ai film per persone grandi, come direbbe il pilota del Piccolo principe. Per tornare a Tarantino, una delle mie scene preferite è una scena di Kill Bill.