comunicazione

Il tema di Martina

Dopo un incontro di presentazione a Milano del libro Chiamarlo amore non si può, una studentessa tredicenne, della Scuola Media di Uboldo (Varese), Martina, ha inviato a una delle autrici presenti un suo tema che, dice: "ho scritto forse per sfogarmi o forse solamente per dire la mia opinione". E' un tema profondo, che consiglio a insegnanti e genitori di leggere.

Lasciar vedere la televisione

Dunque, sul fatto che i bambini facciano abuso di televisione sono completamente d'accordo. La visione della televisione andrebbe impedita fino ai tre anni e poi regolamentata e controllata. Ma oggi non ne parlo in riferimento ai bambini, bensì agli adolescenti.

Non punire ma motivare

Spesso le mamme si lamentano di non riuscire a imporre delle regole ai figli; dicono, di sgridarli e punirli ma di non giungere a risultati utili. Servono le punizioni?

Non fare la femminuccia!

"Non fare la femminuccia!", "Non fare la bambina", "Non piangere... sembri una femminuccia" si sente spesso dire un maschietto quando piange. Ma è solo uno dei tanti esempi degli stereotipi che gli adulti, in genere inconsapevolmente, ma a volte anche in maniera consapevole e convinta, trasmettono ai bambini.

E se l'adolescenza è senza conflitto?

Sento le mie amiche lamentarsi dei conflitti con i loro figli adolescenti perchè non studiano, non rispettano gli orari, si rivolgono in modo irrispettoso verso i genitori dicendo anche parolacce.

A che ora si rientra la sera?

L'ora del rientro... spesso causa di discussioni fra genitori e figli, ma, inutile negarlo, soprattutto fra genitori e figlie.

Parlatevi!

Genitori, ragazzi... qualsiasi cosa succeda tra voi, quali che siano i motivi del conflitto, parlatevi!

Arrabbiatevi magari, fate una bella discussione, ma fate sentire all'altro la vostra voce, restare in silenzio serve solo a convincere l'altro della debolezza delle proprie idee e della propria scarsa convinzione.