Scuola in generale

Adolescenza e scuola

Un buon rapporto con la scuola nell'adolescenza inizia prima. Bisogna cominciare bene dall'inizio il rapporto con la scuola perchè rimanga positivo in questo difficile periodo. Ma un buon rapporto prima non è una garanzia perchè troppi altri fattori poi intervengono a complicare le cose.

La sofferenza di non capire

La sofferenza di non capire è in genere collegata a una scarsa autostima e insieme derivano dall'avere difficoltà di cui non si è consapevoli. Difficoltà che non vengono riconosciute ma al contrario vengono fatte vivere come colpe.

Imparare la poesia a memoria è facile per il compagno di banco che basta la legga 4-5 volte e l'ha imparata. Non è così per lei/lui che ci perde l'intero pomeriggio ma alla fine le rime si confondono, le strofe si alternano e...

Quello che viene prima...

Computer - scuolaPrima di cosa? Ma di prima di decidere di inventare questo luogo! Ci sono varie cose prima:

  • c'è una mamma che da ragazza amava la scuola, ci si trovava bene, a suo agio, la considerava un bel posto dove recarsi la mattina, a parte qualche normale ansia o dispiacere, che non vedeva perchè non avrebbe dovuto rivivere queste esperienze con i figli e che è cresciuta pensando che andare bene a scuola sia una buona cosa;

Il ruolo degli insegnanti

Per carità, non vogliamo neanche provare a raggruppare gli insegnanti in categorie! Però è indubbiamente vero che per la maggior parte di loro l'obiettivo è insegnare ai ragazzi delle nozioni, fare sì che le acquisiscano, spesso concedendo di migliorare l'alunno secondo il loro punto di vista anzichè cercare di capire quali siano le sue potenzialità per aiutarlo a svilupparle.

Le aspettative dei genitori

I genitori sono spesso concentrati sui voti e in genere sulle misurazioni. E trascurano a volte il benessere scolastico dei figli o, in casi più gravi, lo sacrificano essi stessi, chiedendo loro sempre di più o comunque chiedendo loro ciò che non possono dare.