Scuola in generale

Inizia la scuola dell'infanzia

Se il vostro bimbo o la vostra bimba ha da poco compiuto o sta per compiere i tre anni probabilmente in queste settimane state visitando le strutture, parlando con le insegnanti, scambiando consigli tra mamme e soprattutto cominciando ad accettare l'idea che il cucciolo o la cucciola di casa sta preparandosi al suo primo ingresso in società!

Indicazioni operative sulla legge sui disturbi specifici dell'apprendimento

Gli uffici scolastici regionali stanno cominciando ad emanare le indicazioni operative della Legge nazionale per il riconoscimento dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) n. 170/2010.

Qui di seguito ecco il documento elaborato dall'ufficio scolastico regionale della Regione Puglia. In allegato invece sono disponibili i modelli del Piano didattico personalizzato per la scuolla primaria e secondaria e la guida per redigerli.

Cosa chiediamo noi mamme alla scuola?

Per tutte noi la scuola è importante, e questo è fuor di dubbio! Ma cosa chiediamo realmente alla scuola? Quali sono le competenze, le abilità che per noi è veramente importante che acquisiscano a scuola?
Se ci pensiamo un po' ci rendiamo conto che non è così scontato.
Studiare: è questo è fuor di dubbio, a scuola si va per sudiare: imparare a leggere e scrivere e poi via via imparare sempre cose nuove e più approfondite secondo l'età.

Buon anno scolastico a tutti!

Per augurare un buon anno scolastico a tutti ho scelto di prendere in prestito le parole di un grande prof. Un prof che ogni studente vorrebbe avere, un prof come quello che vorrei tanto avessero i miei figli. Di chi si tratta? Ma... Daniel Pennac ovviamente!
Il verbo leggere non sopporta l'imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo "amare"... il verbo "sognare"...

Maestra sai sono nato adottato

Uno dei momenti più difficili che devono affrontare i genitori dopo aver adottato è l'ingresso a scuola, che non necessariamente è una esperienza negativa ma sicuramente rappresenta un momento molto delicato, soprattutto se il bimbo entra in famiglia in età già  scolare, o quasi. Quindi dopo le difficoltà o comunque la novità dell'ingresso in famiglia si passa ad altre novità: l'ingresso a scuola.

La scuola scoppia. E chi ne fa le spese più degli altri?

Un nuovo anno scolastico sta per cominciare ma i presupposti non promettono granchè! Mentre gli insegnanti precari fanno lo sciopero della fame e la Gelmini, occupata a capire presso quale ateneo dare una laurea a Bossi, dice che sono strumentalizzati, vengono formate le nuove classi. Classi che, come leggiamo stamattina sui giornali... scoppiano!

Imparare viaggiando... altrochè compiti per le vacanze!

La geografia... è studiata sempre peggio, ed è tra le materie che hanno subito maggiormente i tagli gelminiani. E poi lo vedo dcon i miei figli, che spesso mi chiedono, ancora oggi adolescenti, in quale regione è la tal provincia... e penso che io alle elementari conoscevo tutte le regioni in ordine geografico e di ognuna conoscevo le province e le caratteristiche principali.

Scelta della scuola superiore... ultime riflessioni

Beh, le domande di iscrizione sono state consegnate a marzo, quest'anno ci sono stati anche due mesi in più per pensarci, a causa delle innovazioni introdotte dalla riforma Gelmini, ma proprio per questo la scelta è stata anche più difficile, meno chiara.
Però non è troppo tardi per riparare a una scelta affrettata o non condivisa o di cui ci si è pentiti. Cambiare è sempre possibile, deve sempre essere visto come una opportunità, ma farlo prima che la scuola inizi è ancora meglio, se lo si ritiene necessario.

Cronaca di una corsa all'iscrizione all'asilo nido... con sorpresa

24 Agosto, spiaggia di Siponto. Sto sorvegliando il mio Michelino che sguazza nella poca acqua della battigia. Casualmente mi trovo a parlare con una nonna di un bimbo che ha quasi l'età del mio. Si parla di asili nido."Signora" mi dice lei "ha partecipato al Bando del Comune che scade domani con il quale a seconda del reddito, i genitori possono ottenere una sovvenzione sulla quota di frequenza agli asili nido?"