Educazione

L'educazione

Capricci!

Parlando con le mamme uno dei temi più frequenti riguarda l'argomento "capricci". Capricci tanto temuti, da reprimere, magari con lo sculaccione o il castigo o la punizione. Beh, vi propongo allora una riflessione.

Aiuto, il mio treenne non mi obbedisce!

Intanto, lasciamo perdere urli e sculacciate, il nostro comportamento è un modello per il comportamento del bambino.

Se non riusciamo a restare calmi, a interagire in modo deciso ma sereno noi come potranno imparare a farlo loro che imparano da noi? Cerchiama invece di coinvolgerli, ai bambini come a noi non piace avere la sensazione di dover solo obbedire.

Non è monello!!!

Mi dice una mamma: "M. è un bambino solare, socievole, vivace e attivo. Il problema è che da qualche settimana ha iniziato a comportarsi da monello e non sappiamo come insegnargli le buone maniere. Quando vuole qualcosa lo indica con la manina e se non gli viene concesso di averla inizia ad urlare ed a piangere in maniera spropositata, anche lasciandolo fare non la smette più! stessa cosa accade quando prende qualcosa che non dovrebbe o di pericoloso, come gli viene tolto inizia una serie di pianti ed urli..."

Qual è il segreto di papà?

Quale è il segreto di papà?. Il papà di Giulia e Carlo fa il misterioso. I genitori si sono separati da qualche anno: la mamma ha un nuovo compagno e il papà una nuova casa. Il papà da un pò di tempo è strano e i figli si chiedono il perché: forse è una spia internazionale o un rapinatore? Il pensiero non li fa dormire e le congetture si moltiplicano.

La paura!

Verso i due anni, alcuni prima, altri dopo, i bambini cominciano ad avere paura. E spesso le paure crescono con l'età perchè diventano consapevoli del distacco, della perdita, dell'allontanarsi, di ciò che si ha e si potrebbe non avere più.

Una delle prime paure è quella dell'addormentarsi da soli. Bambini che hanno sempre dormito da soli, nella loro cameretta, all'improvviso hanno paura ad addormentarsi da soli! E come non capirli? Ombre che diventano mostri spaventosi, il silenzio in cui si può immaginare di tutto, e il buio... 

Inventarsi uno stupro

La vicenda della sedicenne che si è inventata uno stupro per nascondere ai genitori di aver perso la verginità mi ha colpito molto, come credo abbia colpito molti genitori. Tanto più che dall'incoscienza e superficialità di questa ragazzina è nato qualcosa di veramente grave.

Ma la rabbia verso la ragazzina è durata poco, come sempre durano molto le mie rabbie verso i giovani, sostituite invece dalle rabbie verso i "grandi", i genitori in alcuni casi, gli insegnanti in altri.