blog di Di

La scuola scoppia. E chi ne fa le spese più degli altri?

Un nuovo anno scolastico sta per cominciare ma i presupposti non promettono granchè! Mentre gli insegnanti precari fanno lo sciopero della fame e la Gelmini, occupata a capire presso quale ateneo dare una laurea a Bossi, dice che sono strumentalizzati, vengono formate le nuove classi. Classi che, come leggiamo stamattina sui giornali... scoppiano!

Cominciamo dopo il 30 settembre?

Ma certo, on. Costa, ma certo Ministro Gelmini... perchè no? Facciamoli per bene 'sti tagli visto che dobbiamo farli! Viste le ore di lezione tagliate... a 'sto punto riaccorpiamo il poco che rimane e in 5-6 mesi di scuola ci togliamo il pensiero!

L'ora di religione

Nelle scuole è tempo di scrutini finali. Ma c'è una novità: Il Consiglio di Stato dà ragione alla Gelmini contro il Tar del Lazio e stabilisce che nel computo dei crediti rientrerà anche il voto in religione.

Come non parlare dello stato della scuola...

Come non parlare dello stato della scuola e della riforma Gelmini? Anche perchè è tutto strettamente collegato... cala l'importanza della scuola, perde importanza il ruolo degli insegnanti, diminuisce la condivisione, l'entusiasmo, la passione e quindi a farne le spese sono gli studenti.

8 in filosofia

Sono passati sette giorni e oggi mio figlio ha preso 8 in filosofia... che dire... gli è tornato il colorito in viso!

Tra la scorsa interrogazione e quella di oggi non sono stati assegnati nuovi argomenti da studiare, e anche questa volta la domanda è stata su Cartesio: una domanda discorsiva in cui ha potuto mostrare tutto ciò che aveva studiato.

3 in filosofia

Oggi mio figlio ha preso 3 in filosofia. Mai avrei creduto che la scuola potesse essere cosi demoralizzante, demotivante, deprivante, diseducativa.

Neanche a me interessa il voto!

"Mamma, a me non interessa il voto, interessa imparare!"

Questo ha detto poco fa mia figlia mentre stavamo parlando della solita interrogazione senza infamia e senza lode, con il solito argomento che ha dimenticato di ripetere dopo aver passato un pomeriggio a ripassare, e io, per carità, sono d'accordo con lei.

Ma quello che vorrei capisse è che comunque il voto fa parte del meccanismo, così come fa parte del meccanismo non il solo limitarsi allo studio ma lo studiare in modo funzionale.

Servirà anche un po' di furbizia?

Ultimamente sono parecchio confusa, non riesco bene a far quadrare i conti fra le mie aspettative e quella che in realtà è la realtà scolastica dei miei figli.

Lo so, so che ci sono le difficoltà d'apprendimento in un caso, le difficoltà derivanti da un carattere timido chiuso dall'altro e per entrambi l'assoluta incapacità di usare un po' la furbizia: andare volontari al giorno giusto, fare volontariamente una osservazione... tutte cose che mi raccontano che i professori gradiscono e gratificano ma loro rifiutano di fare per principio.

Attaccare l'asino dove vuole il padrone

Cosa vuol dire motivare i ragazzi? Devo dire che da mamma non ho mai dovuto pormi troppo questa problema perchè i mniei figli sono sempre stati motivati. Ho dovuto però pormi il problema contrario... come non lasciare che gli insegnanti li demotivassero!

Tempo di colloqui

Come ogni anno a fine novembre è tempo di colloqui. E quasi sempre accade che i colloqui diventino un momento di avvilimento... e non perchè i miei figli non studino! E quanto mi costa dirlo... io che per anni sono stata sempre dalla parte degli insegnanti!