Inventarsi uno stupro

La vicenda della sedicenne che si è inventata uno stupro per nascondere ai genitori di aver perso la verginità mi ha colpito molto, come credo abbia colpito molti genitori. Tanto più che dall'incoscienza e superficialità di questa ragazzina è nato qualcosa di veramente grave.

Ma la rabbia verso la ragazzina è durata poco, come sempre durano molto le mie rabbie verso i giovani, sostituite invece dalle rabbie verso i "grandi", i genitori in alcuni casi, gli insegnanti in altri.

I diritti dei bambini e delle bambine: il diritto all'ascolto

L'articolo 12 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child), approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, parla del diritto all'ascolto delle opinioni del minore prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

Ripartire dall'essere mamme, dal lavoro di cura

Che tipo di mamme sono, le mamme su internet, quelle che frequentano i forum e i blog di mamme? Penso che chi di primo acchito senta nominare un sito con le mamme nel nome, si figuri una schiera di donne con bigodini in testa, pupo in braccio e spazzolone per lavare i pavimenti nell’altro! O magari incollate davanti alla tv a vedere le telenovele e i reality!

Smonta il bullo - Parliamo di bullismo

Innanzitutto partiamo dai numeri. Li ho trovati nel bel libro di Girolamo De Michele sulla scuola: gli episodi riconducibili al fenomeno del bullismo in Itaiia sono molto più bassi della media OCSE. De Michele ipotizza che forse sia la percezione dei genitori a essere diversa.

Insomma, non si tratta probabilmente di una vera e propria emergenza ma di uno dei tanti problemi di cui la scuola deve occuparsi (e magari con l'aiuto delle famiglie perchè in genere è a casa che si diveta bulletti!).