Quando ignorare i "capricci" e quando no!

Paolabiondaguarda.jpg

Oggi una mamma, sul forum dove rispondo agi Sos delle mamme, mi ha chiesto quando bisogna ignorare un capriccio e quando invece no.

Innanzitutto devo dire che la parola "capriccio" nn mi piace, come non mi piace a parola "vizio". Anche noi ci impuntiamo ci intestardiamo, ci teniamo a fare delle cose, spesso per difendere il nosro amor proprio o per puro piacere, ma dofficilmente ci definiamo "capricciosi". Con i bambini però lo facciamo, senza cercare spesso di capirli

La scolopendra non entra in classe

La scolopendra non entra in classe

 La scolopendra non entra in classe è un libro che parla di scuola, rivolto un po' ai grandi e un po' anche ai ragazzi, per discutere di scuola, perchè non se ne parla mai troppo, scritto dalla pedagogista Pina Tromellini.

La paura!

978-88-89684-34-4_web.jpg

Verso i due anni, alcuni prima, altri dopo, i bambini cominciano ad avere paura. E spesso le paure crescono con l'età perchè diventano consapevoli del distacco, della perdita, dell'allontanarsi, di ciò che si ha e si potrebbe non avere più.

Una delle prime paure è quella dell'addormentarsi da soli. Bambini che hanno sempre dormito da soli, nella loro cameretta, all'improvviso hanno paura ad addormentarsi da soli! E come non capirli? Ombre che diventano mostri spaventosi, il silenzio in cui si può immaginare di tutto, e il buio... 

Inventarsi uno stupro

La vicenda della sedicenne che si è inventata uno stupro per nascondere ai genitori di aver perso la verginità mi ha colpito molto, come credo abbia colpito molti genitori. Tanto più che dall'incoscienza e superficialità di questa ragazzina è nato qualcosa di veramente grave.

Ma la rabbia verso la ragazzina è durata poco, come sempre durano molto le mie rabbie verso i giovani, sostituite invece dalle rabbie verso i "grandi", i genitori in alcuni casi, gli insegnanti in altri.

Per farmi crescere regalami un libro!

9788889684405_120.jpg

Come nasce un lettore? Esiste una ricetta in grado di suscitare nei bambini l'amore per i libri?

Come tutte le pietanze più buone, anche questa ha di base pochi essenziali ingredienti:

Violenza contro le donne

logo rete

Il 25 novembre ricorre la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e il modo migliore per parlarne mi sembra il raccontare l'attività svolta dal gruppo di lavoro Donne e violenza di genere, il 12 novembre scorso a l'Aquila nell'ambito dell'Assemblea nazionale della Rete delle donne per la rivoluzione gentile.

L’ascolto attivo, una comunicazione con i figli che parte dall’ascolto

Lunedì 21 novembre ore 16.30 a Foggia all'Oda Teatro si terrà un incontro a cura di Donatella Caione, casa editrice Mammeonline, nell'ambito del ciclo di incontri “Un tè…atro con gli esperti”.

I diritti dei bambini e delle bambine: il diritto all'ascolto

Vieriche siarrampica.jpg

L'articolo 12 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rigths of the Child), approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, parla del diritto all'ascolto delle opinioni del minore prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

I bambini e la politica

Bambini e politica

Ieri, durante il giuramento del nuovo Governo, mi ha colpito la presenza tra il pubblico di due bimbi. Oggi guardando i giornali ho compreso che si tratta dei due nipotini di una nonna Ministra, ovvero la nuova Ministra della Giustizia Paola Severino.

I libri per i bambini sono degli strumenti per risolvere dei problemi?

img_3567.jpg

"I libri per i bambini sono degli strumenti per risolvere dei problemi?" Si può riassumere con questa frase un interessante dibattito cui ho partecipato.